Domande? Chatta su Whatsapp!

Illustrazioni per bambini: l’importanza dei libri illustrati.

In: I miei lavori - La mia passione On: Commento: 0 Hit: 872

Quando ho iniziato ad utilizzare i colori, ero affascinata da come potessero trasmettere delle emozioni, anche solo con una pennellata. Ho studiato all’Accademia delle belle Arti di Firenze, li ci hanno insegnato un sacco di tecniche artistiche. Molto tecnicismo, tanta storia dell’arte. Ci hanno insegnato che mischiando un colore con un altro ne viene fuori un terzo. Tutto è molto affascinante quando hai vent’anni.

Negli anni mi sono dedicata a tante discipline diverse, ho voluto conoscere e lavorare con materiali molto diversi tra loro: il plexiglass, il vetro, il legno. Ho sempre dipinto con il cuore. Il foglio bianco è il mio rifugio felice, soprattutto quando la prima goccia d’acqua bagna il foglio poroso. Si perché quando usi gli acquarelli, la carta deve essere abbastanza spessa da poter assorbire il colore. Questo te lo insegnano anche all’accademia. Si conoscono i materiali, quasi fossero animati. Capisci come devi trattarli. Quando si è aperta la possibilità di unire tutto questo amore per l’arte, in un libro illustrato totalmente dedicato ai bambini, ho pensato che l’universo mi avesse fatto proprio un bel regalo! Ho tre bambini io. Mi piaceva l’idea di pensare di poter sfogliare una storia con loro. E che magari un giorno loro lo avrebbero fatto con i propri figli. Che devo farci, sono una romantica. Ho abbracciato con gioia il progetto di un primo libro illustrato. Ho conosciuto la casa editrice ISTOS che arrivò da me nel 2015 con una storia divertente in mano scritta da Giuliana Piroso Il titolo era “Il Ranocchio DOREMi”. La prima favola del progetto “il trenino arancione”. Non avevo mai illustrato un libro prima di allora. Leggere la storia e dare vita alle immagini è stata per me un’esperienza molto gratificante. Tanto che quando la casa editrice mi ha proposto un secondo libro “La Lepre Pazza della bella piazza” (anch’esso scritto da Giuliana Piroso), non ho potuto che accettare! Il progetto “il trenino arancione” oggi non esiste più, ma alcuni di questi libri sono ancora disponibili. Sapere che tutte le copie stampate abbiano un bimbo a cui essere lette mi rende molto felice! Questi due libri sono stati per me un’esperienza positiva anche se faticosa. Tanto che dopo il primo libro…dopo il secondo…ho deciso di idearne un terzo: VITO L’UCCELLINO PIGRO scritto e illustrato da me, pubblicato da MARCHETTI EDITORE nella collana dedicata all’infanzia 1,2,3…LIBRO!

Sono molto emozionata: non vedo l’ora di avere in mano la prima copia in programma a breve….

Per quanto la società si stia spostando verso un mondo digitale, io continuo a fare il tifo per i libri da sfogliare, quelli da portare con sé ad ogni gita, da leggere prima di ogni buona notte.

Sperando di fare cosa gradita, ho creato un prodotto utile per i più piccoli. Sicuramente in questi giorni di "casa forzata" possono allenare la fantasia con regalo speciale, lo trovi qui!

Commenti

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo April Può Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre